Affezioni del fusto del capello

Il fusto, o stelo, è la parte visibile del capello ed è costituito a sua volta da una zona esterna, detta cuticola, formata da minuscole scaglie di cheratina sovrapposte in strati (da 6 a 10, a seconda dello spessore del capello).


FRATTURE DEL FUSTO IN SENSO ORIZZONTALE E IN SENSO VERTICALE:

  • Tricoressi nodosa acquisita: è la più comune alterazione del fusto in senso orizzontale causata da traumi fisici e/o chimici (phon, pettine caldo, acconciature, permanenti, tinture, lavaggi troppo frequenti con detergenti troppo aggressivi…).
  • Tricoressi nodosa congenita: è una rara forma congenita, ereditaria e non traumatica, più frequente nei bambini che migliora spontaneamente con l’età.
  • Tricoptilosi: è una comunissima alterazione del fusto in senso longitudinale (doppia punta) che si verifica solo per danni fisici o chimici (anche ripetute spazzolature e pettinature).
  • Tricotioschisi:è una frattura trasversale netta del capello causata da gran carenze proteiche.

ALTERAZIONI DELLA REGOLARITÀ DEL FUSTO:

  • Moniletrix: alterazione del fusto genetica, ereditaria. Può colpire anche i peli di tutti i distretti cutanei. Il fusto del capello ha l’aspetto di una catena di rosario oppure di una collana in quanto presenta a distanza regolare l’uno dall’altro, rigonfiamenti ellittici detti “nodi”. Si verifica nei primi mesi di vita e tende a migliorare con l’età senza tuttavia risolversi mai completamente.
  • Pili annulati: il fusto si presenta a bande chiare e scure alternate dovute a micro bolle di aria che si trovano fra le cellule della corticale. Il difetto è quasi sempre ereditario.
  • Capelli affusolati: si presentano con restringimenti a fuso lungo il fusto. Le cause possono essere varie, fra le più comuni i farmaci citostatici, le malattie febbrili, l’alopecia areata, l’ulcera peptica, i traumi ripetuti da trazione (tricotillomania).

ARRICCIAMENTI DEL FUSTO

  • Capelli lanosi:sono una anomalia congenita della struttura dei capelli, che appaiono eccessivamente crespi nei caucasici. Possono essere presenti alla nascita o comparire nel primo mese di vita. I riccioli sono molto stretti e di solito rendono difficoltoso l’atto del pettinare.
  • Triconodosi: si può avere anche nei caucasici ma è tipica della razza nera e comunque dei capelli crespi. I capelli lanosi (crespi) facilmente formano veri e propri nodi.
  • Pili torti Anomalia rara ed ereditaria .Il fusto non è rettilineo ma presenta torsioni di 180° su se stesso, di solito da 3 a 5.

ALTRE ALTERAZIONI TRAUMATICHE:

  • Bubble hair:all’interno del fusto sono presenti bolle d’aria. Le cause possono essere svariate: tigne, colore, traumatismi.
  • Tricomalacia: è una conseguenza di ripetuti traumi dovuti alla deleteria mania a tirarsi o attorcigliarsi i capelli con le dita (tricotillomania). È descritta come una alopecia a chiazze.

ANOMALIE DELLE GUAINE DEL CAPELLO:

  • Sindrome dell’ Anagen lasso: è tipica dell’infanzia : per lo più si tratta di bambine bionde tra i 2 e 5 anni, a carattere famigliare. I capelli si staccano a ciuffi con facilità lasciando ampie zone glabre ma non sono fragili né presentano anomalie del fusto. E’ dovuto a un difettoso ancoraggio del fusto al follicolo.

  • ANOMALIE DEL FOLLICOLO:

    • Pili multigemini: da uno stesso follicolo escono fino a 6 -8 peli distinti. Tutti i peli sono contemporaneamente nella stessa fase di ciclo.
    • Tricostasi spinulosa: abbiamo un ciuffo di peli che esce da un solo ostio follicolare. I peli non sono contemporaneamente nella stessa fase di ciclo. Sono quasi sempre presenti esclusivamente a livello del volto e dell’area della barba.

Richiedi un appuntamento

Mettiti subito in contatto con la nostra segreteria per maggiori informazioni o per un appuntamento !