Malattie sessualmente trasmesse

Le malattie trasmissibili (o malattie veneree o MTS) sono malattie virali o batteriche che si trasmettono o si contraggono in occasione di attività sessuale. Alcune di queste possono comunque trasmettersi anche attraverso altre vie.


Quali sono le malattie prettamente a trasmissione sessuale ?

  • sifilide
  • gonorrea o blenorragia
  • linfogranuloma venereo
  • ulcera molle

Quali sono le malattie veneree che si trasmettono anche tramite altre vie ?

  • Uretriti aspecifiche
  • Herpes genitalis
  • Condilomi
  • Molluschi
  • Scabbia
  • Pediculosi
  • Infezioni da candida
  • Infezioni da trichomonas vaginalis
  • Epatite C e B
  • AIDS

Eziologia Batterica

  • SIFILIDE è una complessa infezione sessualmente trasmissibile causata dal batterio Treponema pallidum.Si sviluppa in diversi stadi, ciascuno caratterizzato da sintomi e manifestazioni a decorso diverso.
    • Stadio primario: ha una incubazione asintomatica di tre settimane e può durare 50 – 70 giorni. Si hanno formazioni di un piccolo nodulo per penetrazione del battere nell'organismo con ingrossamento dei linfonodi regionali.
    • Stadio secondario: è dato dalla diffusione del batterio nel sangue e in tutti gli organi. Si ha quando il paziente non si è curato precedentemente. Ha una durata di 2 – 4 anni.Si manifesta con eruzioni a livello della cute e delle mucose.
    • Stadio terziario: può essere preceduto da un periododi latenza di anni. Le manifestazioni possono colpire molti organi ma sopratutto l'apparato cardiovascolare e il sistema nervoso.

    La prognosi è tanto più favorevole quanto più tempestiva è la diagnosi e succesive terapie. Dal momento che alcune fasi della malattia hanno un lungo decorso senza manifestazioni cliniche evidenti, è possibile un’evoluzione progressiva in assenza di diagnosi e terapia. Se non è trattata adeguatamente, la sifilide può causare danni al sistema nervoso e ai vasi arteriosi, disordine mentale e morte.

  • GONORREA causata dal batterio Neisseria Gonorrhoeae, localizzata nelle maggior parte dei casi a livello delle vie urogenitali (uretra nel maschio e canale cervicale dell'utero nelle donne). E' frequentemente un’infezione asintomatica nella donna, mentre negli uomini si manifesta come un’uretrite con importante secrezione purulenta bianco- verdastra, densa, accompagnata da bruciori e dolori sopratutto durante la minzione. Possibile il contagio materno fetale durante il passaggio nel canale del parto con la comparsa nel neonato di una congiuntivite purulenta. L'incubazione va da 2 ai 5 giorni. Se non opportunamente curata può portare a complicanze.
  • LINFOGRANULOMA VENEREO: è causato da Chlamydia Trachomatis il quale si localizza ai genitali esterni e alle regioni circostanti. La lesione iniziale è un'ulcera singola, non dolente, che regredisce spontaneamente in pochi giorni. Il paziente manifesta febbre, dolori articolari, dolori addominali e cafalee.
  • ULCERA MOLLE: ha una incubazione di 2-14 giorni. Si formano nella regione genitale e in quella anale lesioni che, rompendosi, danno origine a ulcerazioni dai bordi tumefatti mentre il fondo è molle (da qui il nome). Ci può essere anche una infiammazione dei linfonodi regionali.

Richiedi un appuntamento

Mettiti subito in contatto con la nostra segreteria per maggiori informazioni o per un appuntamento !