Mappatura dei nei

Il nevo (in lingua latina naevus nel linguaggio popolare neo) indica un tumore benigno dell'epidermide, che si presenta come una macchia persistente sulla cute, ed in senso lato qualsiasi alterazione cromatica o morfologica, localizzata e persistente, presente sulla superficie cutanea.


Cos’è e come si esegue la mappatura dei nei?

Il termine mappatura si riferisce ad un esame clinico della pelle al fine di identificare e valutare nevi e lesioni preoccupanti. Le immagini dei nei più atipici vengono registrate su un computer tramite un videodermatoscopio digitale per poter poi confrontarle, a distanza di tempo, con quelle acquisite nelle visite precedenti evidenziando così i possibili cambiamenti. Il videodermatoscopio digitale utilizza una telecamera a fibre ottiche collegata ad un computer, con cui è possibile riportare su di un monitor l’immagine clinica e dermatoscopica dei nei. Il computer, munito di un particolare software di gestione dati (EASYSCAN SYSTEM), permette di creare per ogni paziente una cartella personalizzata in cui si raccolgono i dati anagrafici, anamnestici e le immagini di tutti i nei “atipici”. Di ogni neo atipico viene memorizzata la localizzazione corporea e l’immagine dermatoscopica, che sarà così facilmente confrontabile con altre immagini della stessa lesione raccolte nelle visite precedenti, così da monitorare ogni minimo cambiamento e decidere quindi se asportare o meno il neo.


Che cos’è il melanoma?

Il melanoma è un tumore maligno che origina dal melanocita: cellula della cute che è predisposta alla sintesi della melanina. Il melanoma può insorgere in tutti i distretti corporei in cui sono normalmente presenti i melanociti. Il controllo dei nei ha lo scopo di permettere la diagnosi precoce del melanoma: un tumore maligno della pelle che può insorgere sia su un neo preesistente sia su cute priva di nei. Negli ultimi anni si è registrato un rapido aumento di incidenza di questo aggressivo tumore della pelle; se diagnosticato precocemente l’asportazione chirurgica può coincidere con la guarigione. La mappatura nei è mirata a diagnosticare il melanoma nelle sue fasi il più possibile precoci, identificando la comparsa di nuovi nei o il cambiamento di quelli già esistenti. Le caratteristiche del neo possono destare sospetti di melanoma maligno, sopratutto se la lesione ha una struttura disordinata sia ad occhio nudo che con dermatoscopia. Avere un'idea dei propri nei può aiutare a determinare in futuro se una lesione è nuova o se ha cambiato il proprio aspetto. Se il medico decide che una lesione debba essere rimossa, questo può essere fatto ad uno stadio estremamente precoce, riducendo il rischio di sviluppo del melanoma. Se c'è una lesione nuova o un cambiamento in una preesistente, questa può essere tenuta sotto controllo con maggiore attenzione. Lesioni che non hanno nessun disordine strutturale e non sono cambiate nel tempo, molto probabilmente non daranno luogo alla formazione di melanomi e non hanno bisogno di essere rimosse. Rassicurazione dei pazienti e di chi li cura.


Chi sono i soggetti a rischio?

  • Presenza in famiglia di uno o più casi di melanoma
  • Presenza di numerosi nei (>50)
  • Scottature solari subite durante l’infanzia e l’adolescenza
  • Presenza di nevi presenti fin dalla nascita di grandi dimensioni
  • Fototipo chiaro (capelli e occhi chiari, facilità alle scottature solari)

Come controllare i propri nei?

  • Attraverso i controlli dermatologici periodici
  • Attraverso l’autovalutazione domiciliare
Se un neo presenta una o più delle caratteristiche sottoelencate, è consigliabile consultare subito un dermatologo. - Regola dell’ A-B-C-D-E
  • A) come Asimmetria: neo di forma irregolare
  • B) come Bordi: neo con bordi irregolari,frastagliati
  • C) come Colore: neo di colore scuro e/o non uniforme
  • D) come Dimensione: neo superiore a 6 mm di diametro
  • E) come Evoluzione: neo che si sta modificando visibilmente a occhio nudo

Nevi e melanoma nel bambino

I nevi del bambino sono, nella maggioranza dei casi, benigni; quindi i bambini non andrebbero controllati sistematicamente prima dei 12 anni. Il melanoma al di sotto della pubertà è un evento estremamente raro con un tasso di incidenza di 0,8 casi per milione nei primi 12 anni.


Lesioni problematiche nel bambino

Nevi congeniti: Sono nevi presenti dalla nascita o che compaiono entro il primo anno di vita e solitamente persistono per tutta la vita.
Vengono suddivisi in 4 gruppi in base al diametro che potenzialmente avranno a completo sviluppo del bambino:

  • Piccoli (< 1,5 cm)
  • Medi (1,5 – 10 cm)
  • Grandi (10 – 20 cm)
  • Giganti (>20 cm)

I nevi congeniti piccoli vengono considerati come i nevi acquisiti dal punto di vista del rischio di trasformazione maligna. I nevi congeniti medi-grandi hanno un basso rischio di trasformazione in melanoma. I nevi congeniti giganti hanno il più importante rischio per melanoma nel bambino sotto i 12 anni e pertanto richiedono una visita di follow up ogni 6 mesi. Ciò nonostante meno dell'1% dei bambini con nevi congeniti sviluppa un melanoma.

Nevi di Spitz-Reed: Compare una paula di colore rosa - rosso o molto scura, a crescita rapida che insorge solitamente agli arti o al volto dei bambini. Attenzione: queste lesioni possono presentare le stesse caratteristiche cliniche e dermatoscopiche del melanoma!

Un nevo di Spitz-Reed classico insorto in un bambino di età inferiore ai 12 anni può essere gestito in maniera conservativa, se di piccole dimensioni e privo di caratteri dermatoscopici di atipia. Per questo tipo di lesioni, se si decide di non asportarle, si programma comunque un follow up clinico dermatoscopico ogni 3-6 mesi. Nevi di Spitz-Reed di grandi dimensioni (>1cm), nodulari, ulcerati devono essere sempre asportati chirurgicamente.


Lesioni non problematiche nel bambino

  • Nevi melanocitici acquisiti comuni: Clinicamente appaiono come lesioni di colore marrone, di piccole dimensioni, piane o leggermente rilevate, diffuse a tutto l’ambito cutaneo. Il numero complessivo dei nei aumenta con l’età. I nei presenti alla nascita o che insorgono entro il 1° anno di vita sono definiti CONGENITI, mentre i nevi che si sviluppano dopo il 1° anno di vita sono definiti acquisiti. I bambini con elevato numero di nei, alcuni di dimensioni superiori ai 6 mm e irregolari per forma e colore, devono essere sottoposti a controlli annuali a partire dalla pubertà. Questi ultimi nevi sono definiti “NEVI ATIPICI”.
  • Nevo blu: I nevi blu si possono sviluppare durante tutta la vita, ma la loro frequenza è più alta nei bambini e negli adolescenti. Possono insorgere in qualsiasi sede corporea, ma prediligono gli arti, i glutei ed il cuoio capelluto. Appaiono come papule o noduli di colore blu omogeneo a superficie liscia.
  • Nevo Spilus: Fa parte dei nevi congeniti ed è composto da una chiazza di pigmentazione marrone chiara contenente un numero variabile di piccole macule di colore marrone scuro che aumentano nel tempo.
  • Nevo di Sutton o nevo con alone: Sono nevi sia congeniti sia acquisiti circondati da un alone bianco di cute depigmentata e sono molto frequenti nei bambini e nei giovani adulti

Richiedi un appuntamento

Mettiti subito in contatto con la nostra segreteria per maggiori informazioni o per un appuntamento !